Andrea Guido

EVASIONE

Maledette queste mura che mi tengono rinchiuso ogni giorno,

maledetti sentimenti che mi reprimono ogni giorno,

maledetta quarantena che ci porti la vita via ogni giorno.

(…)  eppure combattiamo ogni giorno nonostante tutto per ricevere il nostro minimo di speranza quotidiano, ovvero che finisca tutto presto.

(…) evasione: non parliamo solo di poter uscire di casa, ma per lo più vorremo evadere da noi stessi, dimenticare tutto e lasciarci andare durante la nostra vita quotidiana serena e tranquilla.

Per me l'evasione è questo, e vorrei fosse così per tutti, durante questo periodo di questa maledetta quarantena, forse tutti dovremmo farlo. In modo di ritrovare i nostri ideali e soprattutto ritrovare noi stessi, che pensavamo ormai di aver dimenticato già da tempo: ovvero chi siamo, cosa facciamo, e soprattutto - ricordiamoci - perché viviamo? (…) per un mondo migliore, e insieme riusciremo in questo intento.

Gabriele Scalia, 4 C

Foto, luce - prof.ssa Colianni, dott.ssa Castiglia, 4 C

Foto, luce - prof.ssa Colianni, dott.ssa Castiglia, 4 C

 

CONSIGLI MAI SCONTATI PER TRASCORRERE IL TEMPO IN QUARANTENA

Purtroppo per colpa del virus in questi mesi noi ragazzi dobbiamo rimanere a casa.

Eppure, nonostante il limite delle quattro mura, di cose da fare, se si ha voglia di farle, ce ne sono un sacco!

Perché ancora sentiamo dire da alcuni: “i poveri ragazzi, costretti a stare in casa, stanno nella loro stanza a morire di noia e dalla voglia di ritornare ad uscire!”?

Crediamo di avere la soluzione a questo problema, così vogliamo dare dei consigli ai nostri coetanei:

1)Per prima cosa accendete il vostro PC o console: con le tecnologie di oggi è più facile risentire gli amici, giocare con loro o solamente raccontarsi delle storie attraverso le videochiamate.

Una buona soluzione è trovarsi un bel gruppo di amici con cui farsi compagnia: conoscere persone nuove, ma anche rinnovare i legami con quelle che già conosciamo. Non c'è niente di meglio di questo: rivalutare la compagnia di amici, invece che stare sempre addosso al cellulare, ai videogames o… addosso al letto a dormire!

2)Di certo non ci facciamo neanche caso ma questa quarantena ci fa anche trascorrere più tempo con i nostri genitori e fratelli/sorelle: prima della quarantena li vedevamo partire per il lavoro per poi ritornare la sera, rendendoci conto che con loro passiamo troppo poco tempo.

Ora però li vediamo la mattina, passiamo del tempo con loro guardando un bel film o vecchie pellicole come Pirati dei Caraibi o Titanic, anche se li abbiamo visti milioni e milioni di volte. Il sostegno della mamma, poi, non lo batte mai nessuno: resta sempre con te, viene nella tua stanza per salutarti e abbracciarti, ti racconta una storia e dice sempre di essere orgogliosa di averti nella sua casa ma soprattutto nella sua vita. Un amore come il suo è impossibile da superare.

Il papà invece è completamente diverso, lui è la colonna che ti spinge verso la giusta strada: ti propone degli hobbies, si impegna per passare del tempo con te in qualsiasi modo per farti staccare dal cellulare; sei il suo orgoglio.

Più che in altre fasi della vita, essere legati alle persone che ci vogliono bene è un ottimo rimedio al virus e alla quarantena! Insomma, ce la faremo INSIEME!

 

-Matteo Zappalà

Search
Join my mailing list

© 2020 G.Marconi

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now